Acqua, bene di tutte le generazioni (presenti e future): una proposta di consumo rispettosa dell’ambiente, della salute e… del portafoglio

pubblicato in: Risparmio Energetico | 0

L’acqua che noi oggi usiamo è la stessa sul pianeta fin dalla sua creazione  e il suo ciclo è perpetuo.  Per questo dobbiamo prendercene cura per le generazioni future.
Durante il suo ciclo si verificano i cambiamenti di stato fisico tra la fase liquida, solida e gassosa. Evaporazione, condensazione, precipitazione, infiltrazione, scorrimento e flusso sotterraneo, tutti questi processi fisici avvengono continuamente. Contemporaneamente ad una nevicata in montagna il vento soffia sopra una zona dell’oceano favorendo l’evaporazione dell’acqua e la formazione di nubi. Ad esempio l’acqua evapora dagli oceani e forma le nuvole dalle quali l’acqua torna alla terra. Prima di raggiungere nuovamente gli oceani, l’acqua può evaporare, condensare, precipitare e scorrere molte volte.

Durante il secolo scorso il ciclo dell’acqua è diventato più intenso, con l’incremento dei tassi di evaporazione e precipitazione. Ciò è quanto gli scienziati stanno osservando a causa del riscaldamento globale, dato che le temperature più alte aumentano il tasso dell’evaporazione.  La ritirata dei ghiacciai è anch’essa un esempio del cambiamento in atto, così come l’aumento delle precipitazioni. Questo aumento nella velocità del ciclo riduce la capacità naturale di depurazione.

 

SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE

L’irrigazione e l’uso di pesticidi per l’agricoltura, l’inquinamento atmosferico la costruzione di dighe, la deforestazione e riforestazione, l’estrazione dell’acqua dalle falde acquifere mediante pozzi, la sottrazione dell’acqua dai fiumi per uso industriale, l’urbanizzazione, tutti questi interventi dell’uomo stanno compromettendo la qualità dell’acqua. Ormai tutti sanno che eccessive emissioni di CO2 nell’aria hanno effetti negativi sulla buona salute del nostro Pianeta. Non tutti sanno però che bevendo l’acqua del rubinetto possiamo evitare  l’immissione di 4 milioni di tonnellate di CO2/anno nell’ambiente

La CO2 è un elemento naturalmente presente nell’atmosfera. Anche noi quando respiriamo emettiamo CO2, ovvero anidride carbonica, che viene poi ritrasformata dalle piante in ossigeno. Inoltre essendo uno dei gas serra aiuta la termoregolazione della Terra. Fin qui tutto sembrerebbe positivo. Lo sarebbe se l’uomo nel corso degli anni non avesse cominciato a servirsi di combustibili fossili per le sue attività industriali e per i trasporti. Queste sostanze contengono CO2 e una volta bruciate la rilasciano nell’aria. Infatti quando si pensa all’industria la prima immagine che ci viene in mente è una bella fabbrica con una ciminiera fumante. In quel fumo c’è anche anidride carbonica che arriva fino all’atmosfera aumentandone la quantità più del necessario e contribuendo al surriscaldamento globale del Pianeta. Ci sono dei piccoli gesti che tutti possiamo compiere per diminuire le emissioni di CO2. Al di là dei più ovvi come usare di meno la macchina, o automobili con motori non truccati e realmente green;  ce n’è uno a cui non pensiamo ma che può essere utilissimo: bere l’acqua del rubinetto!

Una famiglia di 4 persone  che beve circa 1314 bottiglie di acqua all’anno (meno di un litro di acqua al giorno a persona). Se questa bevesse acqua del rubinetto, avrebbe un risparmio di circa 400 euro, non avrebbe 13kg di plastica da smaltire, non verrebbero immessi nell’aria 78 kg di CO2 e le aziende di produzione del PET non consumerebbero  43 kg di petrolio. , se a questi si aggiunge il quantitativo rilasciato dal trasporto per averle sopra la tavola i numeri diventano incredibili. Infatti per ogni litro di benzina consumato il rilascio è di circa 2,4 kg, per uno di Gpl 1,6 kg, il metano ne emette 2,7 kg e il gasolio 2,6 kg. Quindi se tutta l’Italia bevesse acqua del  rubinetto 4 milioni di tonnellate di CO2 non andrebbero a infittire lo strato atmosferico. Senza contare che per produrre le bottiglie necessarie a soddisfare il bisogno di una famiglia, si consumano 745 litri d’acqua all’anno in più di quella che viene imbottigliata. Uno spreco che potrebbe essere evitato se si prelevasse solo l’acqua usata per bere.

Perché allora non bere acqua del rubinetto? Sappiamo che è più controllata, ma anche  che in alcuni casi ha  l’ inconveniente  di avere il caratteristico sapore di cloro, essere un’acqua ricca di minerali inorganici che appesantiscono i nostri reni e che può contenere possibili residui delle vecchie tubature (in alcuni casi anche peggio)

Per tutti coloro che scelgono l’acqua del supermercato per questo motivo, oggi esistono diverse soluzioni  che permetterebbero di dire addio alla vecchia abitudine dell’acquisto dell’acqua da bere imbottigliata. Con dispositivi per la filtrazione  conformi al Decreto Ministeriale 25/2012 come quelli proposti da 5R Service & Consulting, al giusto sapore (o meglio insapore), grazie alla rimozione di cloro e metalli pesanti, si aggiunge anche la sicurezza.  Infatti, 5R nel suo negozio Rinnova, offre sistemi di filtrazione Profine® con azione batteriostatica, che abbassano i livelli di residuo fisso (pesantezza e cattivo sapore) e dove necessario di arsenico o  nitrati o altri inquinanti che sono presenti nelle acque di alcune zone d’Italia.

Molte persone hanno paura di quello che esce dal proprio rubinetto forse perché non si ricordano di come i controlli sull’acqua dell’acquedotto siano superiori a quelli delle acque imbottigliate e nemmeno ricordano l’impatto ambientale che quest’ultime creano al nostro territorio. Inoltre bisogna ricordare che l’acqua in bottiglia é un acqua “morta”, che solitamente prima di essere imbottigliata viene trattata  con ozono o altri disinfettati, e che conservarla nella plastica può essere molto pericoloso perché può rilasciare composti del petrolio come il bisfenolo A che é cancerogeno

In definitiva si può tranquillamente dire che l’acqua del rubinetto non solo è migliore di quella in bottiglia ma aiuta la nostra salute e la salvaguardia dell’ambiente.

 

NON SOLO AMBIENTE, MA ANCHE PORTAFOGLIO

Se teniamo conto di tutte queste informazioni  e proviamo a collegarli a dei dati sulla vita di tutti i giorni avremo dei risultati eccezionali anche sotto il profilo  economico. Prendiamo di nuovo ad esempio una famiglia di 4 persone: abbiamo detto che acquista 1314 bottiglie di acqua all’anno  (3,6 litri al giorno) e sostenendo una spesa medi di 400 euro. Se questa bevesse acqua del rubinetto, istallando una tecnologia come ad esempio un kit Profine® che la renda più buona, risparmierebbe 353,20 euro all’anno, infatti con la tecnologia Uno Profine® l’acqua sarebbe priva di parti pesanti e soprattutto del cloro altamente dannoso alla salute e tutto ciò ad un costo di 0,006 euro al litro. Un prezzo che non si trova in nessun supermercato.

Inoltre,  istallando un prodotto Profine®, la stessa buona e sicura  acqua la potremmo usare per cucinare e lavare i cibi. Solitamente non usiamo la stessa acqua in bottiglia che beviamo per cucinare i cibi perché ci costerebbe troppo, eppure in questo modo ingeriamo acqua da rubinetto, che una volta bollita, se contiene degli inquinanti, questi vengono addirittura concentrati.

 

LA NOSTRA PROPOSTA

5R Service & Consulting  é partner Profine®, azienda leader nel settore delle tecnologie per l’acqua di casa, e che  propone diverse soluzioni al punto d’uso con prodotti sempre più innovativi che soddisfano tutti i palati.Con ZERO chi vuole un’acqua leggera, otterrebbe una qualità di gran lunga migliore di qualsiasi acqua imbottigliata e ad un prezzo molto più conveniente risparmiandosi anche la scomodità del trasporto dal supermercato a casa. Ancora con il GASATORE Profine® si soddisfa  chi la vuole con le bollicine. Profine® ha studiato e prodotto Uno, dispositivo semplice,  pratico ed economico per chi desidera avere un’acqua senza il fastidioso sapore di cloro. Al gusto si aggiunge anche la sicurezza, infatti il marchio  Profine® studia e offre sistemi con azione batteriostatica, che ad esempio abbassano i livelli di arsenico o riducono i nitrati. Per chi ha esigenze particolari esistono 8 diversi tipi di Kit Profine® , con innumerevoli combinazioni . La nostra scelta, nel promuovere questi prodotti, non é data da caratteri meramente commerciali , ma innanzitutto etici e sociali. Il nostro partner produce in Italia, con materiali Made in Italy, una tecnologia che migliora la qualità della vita e dell’ambiente che ci circonda. È una azienda certificata  Iso 9001 per la qualità e Iso 14001 per la sicurezza ambientale e i suoi prodotti hanno il certificato dell’Istituto Qualità Igienica per le Teconologie Alimentari (TiQF).Tutti i prodotti Profine® sono conformi al D.M. 25/2012 che regola la produzione e l’uso di apparati per la filtrazione delle acque potabili.

Con il nostro punto vendita Rinnova a Monza e i nostri agenti su tutto il territorio di Monza e Brianza, oggi tutti possano risparmiare bevendo l’acqua buona e sicura del proprio rubinetto.

 

schema-acqua

Condividi: